Direttore Scientifico: Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale: Dott. Giulia Giapponesi

184_7257_admob-logo“Il settore mobile è la prossima frontiera della rivoluzione digitale. In assenza di un mercato competitivo e di forti garanzie per la privacy, questo promettente e vitale segmento dell’economia online sarà soffocato”.  E’ questo l’argomento fondamentale a partire dal quale due associazioni di consumatori statunitensi chiedono alla Federal Trade Commission (FTC) di bloccare l’acquisizione da parte di Google di AdMob, uno dei maggiori player nel mercato della pubblicità per cellulari.

In una lettera congiunta inviata alla FTC, il Center for Digital Democracy e il Consumer Watchdog hanno sostenuto che l’acquisizione rischia di consegnare a Google una posizione dominante nel mercato del mobile advertising, diminuendo la concorrenza “a detrimento degli interessi dei consumatori”.

Nell’annunciare l’acquisizione, i dirigenti di Google avevano espresso fiducia in una rapida approvazione dell’affare da parte della Federal Trade Commission. Tuttavia, lo scorso 23 Dicembre i dirigenti di BigG avevano ammesso che la pratica si trovava in stand- by presso la FTC, dalla quale sarebbe giunta a Mountain View una richiesta supplementare di informazioni sull’accordo.

posted by admin on dicembre 22, 2009

Computer Crimes

(No comments)

Un nuovo reato potrebbe essere presto introdotto nell’ordinamento giudiziario italiano: si tratta dell’istigazione ed apologia di reato via internet. Ad anticiparlo è stato il senatore Raffaele Lauro, che ha annunciato l’intenzione di presentare un DDL che inasprisce le pene contro coloro che, comunicando in qualsiasi forma, istighino a commettere delitti contro l’incolumità di terzi o si rendano colpevoli di apologia rispetto a tali reati.

Le pene previste dal disegno di legge in questione vanno da 3 a 12 anni. Tuttavia, lo stesso DDL prevede che le sanzioni siano più aspre nel caso in cui istigazione ed apologia si realizzino per via telematica o telefonica. Nel commentare la propria proposta, il senatore Lauro ha sottolineato l’esigenza di agire con fermezza nei confronti delle comunicazioni elettroniche che propugnano o giustificano la violenza. “La recente aggressione al Presidente Berlusconi – ha spiegato Lauro – ha evidenziato la necessità di intervenire su un diffuso fenomeno, caratterizzato da forme di esortazione alla violenza e all’aggressione”. Per converso, l’On. Lauro non ha fornito particolari in ordine all’eventuale responsabilità degli intermediari (ad esempio, i provider di social network) all’interno delle cui piattaforme si realizzano i comportamenti incriminati.

posted by admin on dicembre 18, 2009

Dati sanitari

(No comments)

Immagine 1Scade il prossimo 31 Dicembre il termine per la comunicazione al Garante Privacy  dei trattamenti effettuati tramite Fascicolo Sanitario elettronico (FSE). L’adempimento, previsto da un provvedimento del 16 Luglio 2009, riguarda tutte le “strutture coordinatrici delle iniziative di Fse e, in via residuale, in caso di assenza di tale struttura, ai singoli titolari del trattamento coinvolti“.

La comunicazione deve essere effettuata mediante compilazione dell’apposito modulo approntato dall’Autorità, ed inviabile in forma cartacea ovvero via posta elettronica all’indirizzo email ufficiale del Garante.

Nella Gazzetta Ufficiale dell’11 dicembre è inoltre stato reso pubblico il Provvedimento con le Linee Guida sulla pubblicazione dei referti on line.

posted by admin on dicembre 17, 2009

Diritto d'autore e copyright

2 comments

Immagine 1Con una pronuncia del 15 dicembre 2009, il Tribunale di Roma ha, in via cautelare, ordinato a You Tube LLC, You Tube Inc e Google UK Ltd l’immediata rimozione dai propri server e la conseguente immediata disabilitazione all’accesso di tutti i contenuti riproducenti, in tutto o in parte, sequenze di immagine relative al programma “Il Grande Fratello”. Il testo integrale dell’ordinanza è disponibile a questo indirizzo.

posted by admin on dicembre 16, 2009

Web 2.0

(No comments)

FONDAZIONE_FORENSESi terrà il prossimo 18 Dicembre, presso la Scuola Superiore di Studi Giuridici dell’Università di Bologna, l’incontro di studio su “Le Responsabilità del provider nel web 2.0″.

Relatori dell’evento saranno la Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, Ordinario dell’Università di Bologna e l’Avv. Daniele Coliva, avvocato in Bologna.

Il seminario è organizzato dalla Fondazione Forense bolognese in collaborazione con la Scuola Superiore di Studi Giuridici dell’ateneo felsineo. Per informazioni ed iscrizioni è possibile consultare il sito web della Fondazione.

posted by admin on dicembre 15, 2009

Diritto d'autore e copyright

(No comments)

Original pic by TPCOM (CC license)

Original pic by TPCOM (CC license)

L’Unione Europea ha ratificato un accordo internazionale sul copyright, le negoziazioni per il quale erano iniziate già nel 2006 e le cui linee avevano fornito la base per la normativa comunitaria in materia di copyright fin dal 2001.

Adesso l’Unione Europea ha approvato definitivamente i due accordi originati dalla World Intellectual Property Organisation (WIPO), e cioè il Trattato sul Copyright e il trattato sulle Performance e i Fonogrammi.

“Immediatamente dopo la Conferenza della WIPO del 1996″, si legge in un comunicato ufficiale della Commissione “abbiamo cominciato a lavorare a livello europeo per adattare le nostre normative ai Trattati ’su internet’ della WIPO stessa. E una Direttiva Europea in materia è stata adottata nel 2001.”

I paesi che hanno aderito ai trattadi della WIPO lo hanno fatto attraverso procedure di ratifica formale. Tuttavia, anche se la ratifica da parte del Consiglio Europeo risale  al 2000, essa è stata attuata soltanto adesso.

“Oggi è un giorno importante per l’Unione Europea, per i suoi stati membri e per la WIPO” ha dichiarato il Commissario per il Mercato Interno Charlie McCreevy. “Questi due trattati ci aiutano a mantenere i livelli di tutela del diritto d’autore al passo con le tecnologie più moderne”.

posted by admin on dicembre 11, 2009

Portfolio

(No comments)

Come di consueto, vi presentiamo di seguito i link ad alcuni articoli di possibile interesse comparsi questa settimana sui giornali internazionali ed italiani. Buona lettura e buon fine settimana.

  • Tasse su internet in vista in Germania e Regno Unito? [Punto Informatico]
  • USA: Obama finanzia con 88 milioni di dollari la digitalizzazione delle cartelle sanitarie [The Register]
  • Una task force per accompagnare in internet gli over 60 [La Stampa]
  • Apple sbarca nel mondo della musica in streaming con Lala [IlSole24Ore]
  • Nuovo servizio di Gmail per l’invio gratuito di SMS. Ma la privacy….[Oztech]
  • Florida: i giudici non possono diventare “amici” degli avvocati su Facebook [The Register]
  • posted by admin on dicembre 10, 2009

    Eventi

    (No comments)

    Immagine 1E’ dedicato ai più recenti provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali in materia di sanità online il prossimo appuntamento con gli Incontri su Diritto e Innovazione Tecnologica, che si tengono ad Alma Graduate School con il coordinamento scientifico della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro.

    Relatore del seminario sarà il Dott. Claudio Filippi, dirigente del dipartimento sanità e pubblica amministrazione dell’Autorità. Nel corso dell’incontro saranno esaminati i profili più rilevanti delle recenti disposizioni del Garante in materia di fascicolo sanitario elettronico, privacy dei pazienti, sicurezza ed accesso ai dati sanitari.

    L’appuntamento è per mercoledì 16, a partire dalle ore 15, presso l’abituale sede di Villa Guastavillani, Bologna. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web di Alma Graduate School a questo indirizzo.

    posted by admin on dicembre 9, 2009

    Diritto d'autore e copyright

    (No comments)

    Immagine 2Le major holliwoodiane sono nuovamente sul piede di guerra. E stavolta l’oggetto dei loro strali non sono né i torrent né YouTube ma invece i buoni, vecchi distributori di videocassette. La ragione? Noleggi troppo a ridosso dall’uscita dei film, ed a prezzi troppo bassi.

    I fatti. L’azienda statunitense Redbox, leader nella commercializzazione di distributori automatici di film in DVD, ha intrapreso da qualche mese un’aggressiva campagna di marketing, noleggiando per la modica cifra di 1$ presso i propri punti- vendita i titoli “di cassetta” appena pubblicati dalle major. Salvo che questo ha provocato la reazione immediata degli stessi editori, preoccupati di vedere erosi i propri margini in uno dei pochi mercati ancora floridi del comparto cinematografico.
    In particolare, le major hanno modificato i propri termini di servizio proibendo il noleggio dei film prima di un mese dalla loro uscita. Ma Redbox non si è data per vinta, e si è a più riprese rivolta ai giudici d’oltreoceano per veder ripristinato il proprio diritto a noleggiare i film a basso costo.

    Chi vincerà? Ancora non è dato sapere quali saranno gli orientamenti delle corti investite dai casi. Ma una cosa è certa: le decisioni dei giudici sono destinate a giocare un ruolo importante nel futuro della distribuzione cinematografica.

    posted by admin on dicembre 7, 2009

    Eventi

    (No comments)

    calendarSi terrà mercoledì 9 Dicembre, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, il Simposio “L’impresa culturale: Finanziamento e politica della cultura e impatto sull’attività delle imprese”.

    Nel corso dell’incontro verranno esaminate le principali questioni associate agli aiuti di stato all’impresa culturale, alle attività culturali delle società lucrative, e alla rilevanza giuslaburistica e fiscale dell’impresa culturale.

    La Prof. Avv. Giusella Finocchiaro presenterà nell’occasione una relazione intitolata “‘Aperture’ e ‘chiusure’ nella politica e legislazione culturale”.

    Per maggiori informazioni sull’evento è possibile consultare la pagina web ad esso dedicata sul sito dell’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.