Direttore Scientifico: Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale: Dott. Giulia Giapponesi

posted by admin on settembre 30, 2014

Ecommerce e contrattualistica

(No comments)

I contratti online e la novella del codice del consumo sui contratti a distanza sono i temi del convegno che si terrà il 2 ottobre 2014 dalle ore 15 alle ore 18 presso la Fondazione Forense Bolognese, in via Del Cane, 10 a Bologna

L’evento sarà l’occasione per presentare e discutere il volume “Diritto dell’Informatica”, Utet, 2014, con gli autori Giusella Finocchiaro, e Francesco Delfini. Il volume esamina tutti i variegati aspetti del diritto di internet: dall’atto pubblico informatico , che interessa in modo particolare i notai, ai contratti di fornitura e di licenza d’uso di software e dell’hardware, alle modalità di tutela del software e della proprietà intellettuale , ai profili di responsabilità civile e penale , agli aspetti di diritto tributario.

Il programma del convegno è disponibile QUI.

posted by admin on settembre 29, 2014

Tutela dei consumatori

(No comments)

wifi_usage_600x264Autorizzato l’utilizzo di smartphone e altri dispositivi elettronici portatili durante i viaggi aerei, ma la novità potrebbe non estendersi a tutte le compagnie.

L’Agenzia europea per la sicurezza aerea (o EASA, dall’acronimo inglese European Aviation Safety Agency), l’organo di controllo del settore aeronautico dell’Unione europea, ha emesso l’autorizzazione all’utilizzo di smartphone in volo senza necessità di impostare sui dispositivi la “modalità aereo”.

Oltre agli smartphone, il permesso riguarda ogni genere di apparecchiatura elettronica a bordo dell’aereo, dai tablet ai laptop, dagli e-reader ai lettori Mp3.

L’autorizzazione sarà rilasciata a tutte le compagnie aeree dopo un processo di valutazione mirato a verificare che i sistemi di navigazione aerea non subiscano alcun tipo di interferenza dai segnali trasmessi dai dispositivi elettronici dei passeggeri. per questo motivo potranno esserci delle differenze di regolamento fra una compagnia e l’altra.

L’Agenzia specifica che, in ogni caso, i passeggeri dovranno attenersi a quanto stabilito dai regolamenti delle singole compagnie.

“Questo l’ultimo degli step regolatori per consentire l’offerta di collegamenti mobili o WiFi “gate-to-gate”, sottolinea l’EASA,  ” la direttiva segue l’azione iniziale compiuta dall’agenzia nel dicembre 2013, che mira ad estendere l’utilizzo degli apparecchi durante tutte le fasi del volo”.

Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina web dedicata.

posted by admin on settembre 24, 2014

Ecommerce e contrattualistica

(No comments)

Ai processi di dematerializzazione nel settore bancario, finanziario e assicurativo sono dedicate le giornate di studio organizzate da Optime per il 7 e 8 ottobre 2014

Tra i temi afforntati: il valore probatorio del documento firmato elettronicamente, le norme di trasparenza bancaria e assicurativa, la disciplina privacy e antiriciclaggio, le disposizioni relative alla conservazione dei contratti dematerializzati e alla gestione dei processi di outsourcing.

Obiettivo dell’incontro è presentare un quadro dettagliato e completo delle problematiche connesse alla dematerializzazione, mettendo a disposizione dei partecipanti strumenti operativi e indicazioni pratiche per cogliere le opportunità offerte dalle norme più recenti.

La direzione scientifica delle giornate è a cura di Giusella Finocchiaro, che illustra le tematiche del convegno in questo video:

Immagine anteprima YouTube


posted by admin on settembre 22, 2014

Ecommerce e contrattualistica

(No comments)

mobilepaymentQuali sono i servizi di mobile identity già offerti a livello internazionale? Quali possono essere riproposti sul mercato italiano?

Queste domande troveranno risposta nel workshop premium dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce che si terrà a Milano il 25 settembre, dalle 10.00 alle 13.30.

Il workshop è finalizzato ad approfondire il tema della mobile identity, l’identificazione della persona attraverso lo smartphone, per meglio comprendere le opportunità che il sistema può riservare per il mercato italiano del mobile proximity payment & commerce.

L’evento è rivolto, in particolare, a responsabili di pagamenti delle banche, rappresentanti di esercenti (GdO, Retail, Media, ecc.), responsabili dei servizi innovativi degli operatori di telefonia mobile (virtuale o non), consulenti, professionisti e manager di aziende che offrono servizi ICT.

Oltre agli interventi dei ricercatori degli osservatori, il workshop prevede l’intervento di esperti, fra cui Giusella Finocchiaro, e una tavola rotonda di confronto sul tema a cui parteciperanno alcuni player del settore.

Per maggiori informazioni ed iscrizioni consultare la pagina dedicata all’evento.

Da uno studio condotto da Federprivacy nell’agosto 2014 risulta che il 67% dei siti web italiani non è in regola con gli adempimenti in materia di trattamento dei dati personali degli utenti.

“Su 2.500 siti web di enti e imprese italiane, in 1.690 casi non è rispettato l’obbligo di informare l’interessato su come saranno trattati i suoi dati personali in violazione dell’art. 13 del Codice della Privacy, e in molti casi non è rispettata neppure la richiesta di consenso al trattamento dei dati di cui all’art.23. Nel 55% dei casi, a non dare idonea informativa all’interessato, sono piccole e medie imprese, mentre il 17% dei siti web che omettono di dare l’informativa svolgono attività in settori legati alla salute, e che quindi trattano dati sensibili, come ad esempio, ospedali, cliniche, laboratori di analisi, studi medici, dentisti, chirurghi, etc.

Significativo il fatto che nel 7% dei casi, a commettere tali violazioni siano aziende informatiche, come web agency o società di consulenza nel settori di internet, che spesso sviluppano esse stesse numerosi altri siti web per i loro clienti. Risulta inoltre che il 6% dei contravventori sono soggetti di condizioni economiche e dimensionali notevoli, come grandi aziende, multinazionali, enti pubblici, e anche personalità come artisti, politici ed altri vip.”

Questi i risultati della ricerca condotta dalla Federazione Italiana Privacy nell’agosto 2014. Lo studio è stato consegnato al Garante Privacy e alla Presidenza della Repubblica.

La seguente immagine – tratta dalla ricerca di Federprivacy –  mostra un dettaglio delle attività professionali relative ai siti non in regola.Schermata 2014-09-24 alle 00.59.49

posted by admin on settembre 16, 2014

Tutela dei consumatori

(No comments)

L’acquisto del computer non implica l’obbligo di accettare il sistema operativo preinstallato, lo ha stabilito la Corte di Cassazione in una recente sentenza che respinge il ricorso della multinazionale dell’informatica Hewlett Packard Italiana.

Con sentenza n. 19161/2014, la Suprema Corte, confermando le decisioni di primo e secondo grado, ha affermato che “chi acquista un computer sul quale sia stato preinstallato dal produttore un determinato sistema operativo  ha il diritto, qualora non intenda accettare le condizioni della licenza d’uso del software propostegli al primo avvio del computer, di trattenere quest’ ultimo restituendo il solo software oggetto della licenza non accettata, a fronte del rimborso della parte di prezzo ad esso specificamente riferibili

La questione era stata portata davanti al Tribunale di Firenze dall’associazione dei consumatori ADUC per conto di un acquirente di un computer portatile Compaq, distribuito da HP, al quale era stato negato il risarcimento del costo del sistema operativo Windows.

L’ADUC ha spiegato che la denuncia nasce dalle dichiarazioni che si trovano nella licenza d’uso di Windows, secondo cui: “qualora l’utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potrà utilizzare o duplicare il software e dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso”.

La Cassazione, confermando i 140 euro di rimborso richiesti dall’utente fiorentino ad HP, ha definito “una politica commerciale finalizzata alla diffusione forzosa” la vendita del software insieme all’hardware, “con riflessi a cascata in ordine all’imposizione sul mercato di ulteriore software applicativo la cui diffusione presso i clienti finali troverebbe forte stimolo e condizionamento – se non vera e propria necessità – in più o meno intensi vincoli di compatibilità e interoperabilità (…) con quel sistema operativo, almeno tendenzialmente monopolista”.

Il testo della sentenza è disponibile QUI.

posted by admin on settembre 15, 2014

Eventi, Miscellanee

(No comments)

logo_regione_web12900720642La cittadinanza digitale sarà l’argomento del convegno nazionale organizzato dalla Regione Emilia-Romagna sulle tematiche dell’agenda digitale il 22 settembre ore 9.30 a Bologna, presso la Sala A di viale delle Fiera, 8.

Saranno trattati i temi dell’agenda digitale regionale, nella quale hanno trovato punto di incontro i diritti di accesso (alle reti tecnologiche, all’informazione e alla conoscenza, ai servizi alla persona e alle imprese, ai dati aperti) e un focus sulle città ed i territori intelligenti, intese come luogo distribuito di integrazione tra infrastrutture e servizi per migliorare la qualità della vita.

L’evento si pone l’obiettivo di individuare un percorso che renda effettivi i “diritti di cittadinanza digitale”, attivando una riflessione su quali strumenti costituenti adottare. Nel far ciò si analizzerà il sistema tecnico attuale e si evidenzieranno gli aspetti che mancano per garantire veri e propri “diritti”.

Sul territorio regionale sono state attivate esperienze significative di Agende Digitali Locali con le quali sono state poste le basi di una cooperazione inter-istituzionale che garantisca ai cittadini livelli minimi di servizi e accesso a informazioni, competenze e conoscenze. A livello nazionale sono attive iniziative che vanno nella direzione della costruzione di piattaforme comuni al servizio delle amministrazioni locali e di conseguenza dei cittadini. L’evento sarà l’occasione per discutere di questi argomenti con rappresentanti del Governo, delle Regioni e degli EELL.

Parteciperanno tra gli altri: Graziano Delrio, Debora Serracchiani, Alfredo Peri, Stefano Quintarelli, Mario Calderini, Luca De Biase, Damien Lanfrey, Maurizio Napolitano, Giusella Finocchiaro, Rita Cucchiara, Gabriele Falciasecca, Gianluca Mazzini, Mauro Moruzzi, Paolo Bonaretti, Matteo Lepore, Ludovica Ferrari.

La partecipazione all’evento è libera, ma per esigenze organizzative si raccomanda l’iscrizione on line. Il programma della giornata è disponibile QUI.

L’hashtag di riferimento su Twitter sarà #DirittiDigitaliER.

School of Management del Politecnico di MilanoL’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano organizza quattro specifici Workshop di Approfondimento Premium in ambito tecnico-giuridico sui temi della dematerializzazione, della fatturazione elettronica, della conservazione sostitutiva, della gestione delle firme elettroniche e dei documenti informatici.

Gli incontri, presieduti dalla Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro e dal Dott. Umberto Zanini, esperti dell’area tecnico-giuridica dell’Osservatorio, si propongono come momenti di approfondimento e dibattito altamente interattivi, durante i quali i partecipanti potranno confrontarsi con gli esperti e trovare risposta a eventuali domande sulle specifiche tematiche trattate.

I Workshop si rivolgono a imprenditori, manager, consulenti e professionisti che si occupano concretamente di progetti di fatturazione elettronica, conservazione sostitutiva e dematerializzazione e su questi temi desiderano accrescere le proprie conoscenze di carattere tecnico-giuridico.

Il primo appuntamento, che si terrà il 18 Settembre 2014 – Ore 14.30 – 17.3o presso il Campus Bovisa del Politecnico di Milano, sarà dedicato al DMEF del 17 giugno 2014, la Circolare 18/E del 24 giugno 2014 e alle Regole Tecniche sui Sistemi di Conservazione. L’incontro si svolgerà intorno ad alcune domande, a cui verrà data esaustiva risposta:

  • Quali sono le principali novità in tema di Conservazione Digitale introdotte dal DMEF del 17 giugno 2014?
  • Come si è espressa l’Agenzia delle Entrate – con la Circolare 18/E del 24 giugno 2014 – relativamente alla Conservazione Digitale delle Fatture Elettroniche?
  • Quali sono gli impatti di queste evoluzioni normative per le imprese?
  • Che cosa prevedono le regole tecniche in materia di sistema di conservazione (pubblicate in Gazzetta Ufficiale lo scorso 12 marzo)?
  • Quali sono i soggetti coinvolti e quali le loro responsabilità?
  • Come cambierà il processo di conservazione dei documenti? Quali sono le tempistiche per adeguarsi?

Durante il Workshop di Approfondimento Premium sarà possibile condividere le risposte a eventuali domande rivolte ai relatori sulle specifiche tematiche trattate. Condizione necessaria per ottenere risposta durante il Workshop è quella di inviare le proprie domande all’indirizzo “irene.facchinetti@polimi.it” con almeno 15 giorni di anticipo rispetto alla data del Workshop.

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni si rimanda alla pagina del sito dell’Osservatorio dedicata all’evento.

Unione_EuropeaPubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 257 del 28 agosto 2014 il Regolamento (UE) n. 910/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014, in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari nel mercato interno.

Il Regolamento, che abroga la Direttiva 1999/93/CE , ha lo scopo di realizzare l’interoperabilità giuridica e tecnica fra i Paesi dell’Unione europea degli strumenti elettronici di identificazione, autenticazione e firma (in inglese, electronic identification, authentication, signature, da cui l’acronimo eIDAS usato per indicare il Regolamento).

Per un approfondimento sulle novità introdotte dal Regolamento si rimanda all’articolo di Giusella Finocchiaro pubblicato su Agenda Digitale il 7 agosto 2014, disponibile QUI.

Il Regolamento entrerà in vigore dal 17 settembre, a 20 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, e sarà direttamente applicabile in tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea, senza la necessità di ulteriori atti di recepimento nei singoli contesti nazionali.

Il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale è disponibile QUI.

posted by admin on settembre 9, 2014

Diritto all'oblio

(No comments)

markMercoledì 10 settembre 2014 il Consiglio consultivo per il diritto all’oblio di Google organizza a Roma un incontro pubblico dedicato al tema del diritto all’oblio.

Il Consiglio ascolterà la testimonianza di una commissione di esperti della materia a cui porrà alcune domande chiave. L’incontro si terrà presso l’Auditorium Parco della Musica dalle 14:00 alle 17:30, con una pausa.

L’evento fa parte di una serie di udienze conoscitive che si terranno in Europa, come parte importante del processo che porterà alla stesura di raccomandazioni da parte del Consiglio.

La registrazione all’incontro è aperta fino a esaurimento posti. La partecipazione è gratuita.

Per ulteriori informazioni sulla struttura e sulla logistica dell’evento, si rimanda alla pagina dedicata.