Direttore Scientifico: Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale: Dott. Giulia Giapponesi

Google ha annunciato che il servizio Gmail cesserà di scandagliare i contenuti delle email degli utenti per proporre inserzioni pubblicitarie mirate, come faceva ormai da molti anni.

Finalmente gli utilizzatori di Gmail nella sua versione gratuita godranno dello stesso livello di privacy assicurato dalla versione business e le parole contenute nelle loro email non saranno più oggetto di automatizzazione pubblicitaria. Questo è quanto comunicato da Google nel suo blog. D’ora in avanti la modalità della pubblicità visualizzata si baserà sulle preferenze dichiarate dagli utenti nelle impostazioni della casella elettronica, che ora includono il comando che disabilita la “ads personalization”.

Attualmente. Gmail è il più grande provider email del mondo e conta oltre 1 miliardo e 200 milioni di utenti.

Ogni utente ha la possibilità di controllare le informazioni che condivide con Big G attraverso la pagina myaccount.google.com.



Lascia un commento