Direttore Scientifico: Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale: Dott. Giulia Giapponesi

Pubblichiamo qui le slide a supporto della relazione della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, presentata all’ottavo plenary meeting della European Electronic Crime Task Force, l’organizzazione internazionale promossa  da Poste Italiane, Polizia Postale e United States Secret Service.

L’incontro, che ha visto coinvolti i maggiori esperti di sicurezza in ambito tecnologico, è stato aperto da Massimo Sarmi, CEO di Poste Italiane, da Marcus Snipe, agente speciale dei servizi segreti degli Stati Uniti e da Antonio Apruzzese, direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

La relazione della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, presente anche in qualità di rappresentante dell’Italia nel Working Group sul commercio elettronico della commissione per il commercio internazionale delle Nazioni Unite, ha analizzato il tema della sicurezza dell’identità in rete dal punto di vista legislativo, con particolare riguardo verso le novità introdotte dalla nuova proposta di regolamento europeo in materia di privacy.

Per visualizzare le slide cliccare QUI.

posted by admin on luglio 13, 2012

Computer Crimes, Eventi

(No comments)

È dedicato al tema della sicurezza dell’identità nel cyberspazio l’ottavo plenary meeting della European Electronic Crime Task Force, l’organizzazione internazionale promossa  da Poste Italiane, Polizia Postale e United States Secret Service.

L’incontro, che vedrà la partecipazione dei maggiori esperti di sicurezza in ambito tecnologico, si terrà il 18 luglio a Roma, presso la Sala Asia della Poste Italiane, in Viale Europa 175, a partire dalle ore 9.00.

L’incontro sarà aperto da Massimo Sarmi, CEO di Poste Italiane, da Marcus Snipe, agente speciale dei servizi segreti degli Stati Uniti e da Antonio Apruzzese, direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Alle ore 10.30 la Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, rappresentante dell’Italia nel Working Group sul commercio elettronico della commissione per il commercio internazionale delle Nazioni Unite, interverrà con una relazione dal titolo: “Secure Identities in Cyber-Space: Legal Aspects. New Perspectives and New Regulations”.

Il programma dell’incontro è disponibile cliccando QUI.

posted by admin on maggio 22, 2012

Eventi

(No comments)

L’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano anche quest’anno organizza il consueto convegno nel quale sono presentati i risultati della ricerca svolta durante l’anno.

La  Ricerca 2012 ha analizzato la diffusione e gli impatti dei progetti di Fatturazione Elettronica, Conservazione Sostitutiva e Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento in organizzazioni pubbliche e private e ha esplorato le molteplici opportunità derivanti dall’adozione di soluzioni di Dematerializzazione e Digitalizzazione dei processi di business (per esempio, nella gestione dei principali documenti di sportello firmati e dei contratti, con particolare riferimento all’ambito dei processi bancari).

Il Convegno si terrà giovedì 24 Maggio 2012, dalle ore 8.45 alle ore 13.30, presso l’ Auditorium – Palazzo Lombardia, P.zza Città di Lombardia, 1 – Milano.

L’Evento affronterà le tematiche chiave su cui da anni si sviluppano le Ricerche dell’Osservatorio: la Fatturazione Elettronica e la Dematerializzazione.

La prima parte del Convegno tratterà attuale stato di adozione delle soluzioni di Fatturazione Elettronica, Conservazione Sostitutiva e Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento in Italia. In questa sezione saranno discusse criticamente le principali barriere all’adozione, mettendole a confronto con le testimonianze concrete di chi queste stesse barriere le ha già affrontate e risolte.

La Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, membro dell’Osservatorio, interverrà alle ore 12 sul tema della digitalizzazione dei processi.

Nella seconda parte del Convegno si esporranno le principali opportunità della Dematerializzazione estesa ad altri processi aziendali, con particolare riferimento alla digitalizzazione dei processi di supporto alla consegna delle merci e dei processi che prevedono l’impiego della firma autografa con focus principale sul contesto bancario.

Il programma dettagliato dell’evento è disponibile QUI. Per maggiori informazioni e per le iscrizioni si rimanda alla pagina dedicata all’evento.

banner-fattura-2012

posted by admin on maggio 9, 2012

Professione forense

(No comments)

Il Processo civile telematico, uno delle principali novità del piano di e-Government della giustizia civile italiana, è il tema al centro dell’intervento della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro al convegno “Novità legislative e giurisprudenziali nel del processo civile”.

Il convegno, organizzato dall’Ufficio del Referente per la Formazione Decentrata C.S.M. – Magistratura Ordinaria, Corte di Appello di Bologna, si terrà lunedì 14 maggio dalle 9.00 alle 18.00 presso la Sala Traslazione del Convento San Domenico, Piazza San Domenico 13, Bologna. L’intervento della prof. Avv. Giusella Finocchiaro è programmato per le 11,45.

La partecipazione è gratuita ma essendo i posti limitati è obbligatoria la prenotazione. Per le prenotazioni compilare la scheda scaricabile QUI ed inviarla via fax al numero 051/201885 oppure via mail all’indirizzo uff.magformazdec.ca.bologna@giustizia.it. Per maggiori informazioni rivolgersi all’ufficio del Referente, numero di telefono 051- 201886.

posted by admin on maggio 4, 2012

Eventi, PA telematica

(No comments)

L’8 maggio 2012 presso la sede del CNR di Pisa si terrà il convegno nazionale PEC dal titolo “La Posta Elettronica Certificata: Opportunità e Sfide nell’Internet del Futuro”.

L’evento intende far incontrare i principali soggetti coinvolti a vario titolo nell’erogazione e nella fruizione del servizio, nel controllo della qualità del servizio, nella sua promozione e diffusione: governance, provider, fruitori, ricercatori, e comunità di utenti allo scopo di attivare un confronto sui molteplici aspetti quali innovazione, servizi a valore aggiunto, potenzialità che la Posta Elettronica Certificata introduce.

Per quanto riguarda l’aspetto giuridico, le principali caratteristiche della PEC  saranno illustrate della Prof. Giusella Finocchiaro nel suo intervento “PEC: la prospettiva del giurista”, programmato per le 12.30.

Il convegno si propone di avviare un forum discussione intersettoriale e multidisciplinare sullo stato dell’arte: storia, regole interoperabilità, mercato, benefici, prospettive in uno scenario internazionale, vigilanza nel mercato PEC, iniziative del governo, idee applicative migliori e sviluppi futuri della Posta Elettronica Certificata.

La partecipazione è gratuita. Le iscrizioni possono essere effettuate in loco la mattina stessa a partire dalle 8.30. Per maggiori informazioni visitare il sito www.convegnopec.it.


posted by admin on aprile 26, 2012

Eventi

(No comments)

logo-seminario-2La Facoltà di Giurisprudenza dell’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna ed il Reale Collegio di Spagna sono gli organizzatori del seminario italo-spagnolo di studi costituzionali “Nuevas exigencias de tutela de los derechos de la persona”.

Il seminario si articolerà in tre sessioni introdotte da relazioni di professori provenienti da università spagnole ed italiane, volte ad analizzare alcuni dei principali casi di attualità che meglio descrivono le nuove richieste di riconoscimento e tutela dei diritti fondamentali della persona, comparando problematiche giuridiche spesso comuni ai due ordinamenti. Le giornate di studio si concluderanno con una sessione plenaria alla quale parteciperanno esperti internazionali sulle tematiche introdotte nel corso del seminario, tra i quali la Prof. Avv. Giusella Finocchiaro.

I gruppi di lavoro delle diverse sessioni vedranno la partecipazione di giovani ricercatori delle università italiane e spagnole, che presenteranno i risultati dei loro studi sotto la supervisione di un comitato scientifico di caratura internazionale. La sessione mattutina del 2 Maggio ospiterà anche l’intervento dell’Avv. Annarita Ricci dello Studio Legale Finocchiaro.

Il seminario si svolgerà a Bologna, presso la sede del Reale Collegio di Spagna, nei giorni 3 e 4 Maggio 2012. Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina web dedicata all’evento.

La digitazizzazione dei dati sanitari e la loro protezione sono il tema del convegno che si svolgerà il 19 aprile presso l’ospedale Luigi Sacco di Milano.

L’evento, organizzato in collaborazione con l’Università Carlo Cattaneo, con il Centro di ricerca in economia e management in sanità e nel sociale e con la Regione Lombardia, vedrà la partecipazione della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro, con un intervento su il flusso elettronico delle informazioni e la tutela della riservatezza del paziente.

Per ulteriori informazioni è possibile scaricare la brochure del convegno cliccando QUI.


L’Avv. Manuela Gallo, direttore degli affari legali CUP 2000 SpA, ha sollevato nel suo intervento al convegno alcuni punti critici dell’attuale situazione del fascicolo sanitario elettronico a Bologna. C’è infatti un diffuso timore nei confronti della dematerializzazione, perché manca ancora un chiaro quadro normativo. Dal punto di vista della privacy, in particolare, si pensa che il consenso informato sia sufficiente ad evitare tutti i pericoli derivati dalla digitalizzazione del dato, ma in realtà il metodo dell’informativa non risulta sufficiente per il consenso su uno strumento complesso come il fascicolo sanitario elettronico.

L’attuale situazione normativa del fascicolo sanitario elettronico è stata delineata nell’intervento del Dott. Claudio Filippi dell’Autorità Garante della protezione dei dati. Nel 2007 un gruppo di lavoro di tutti i Garanti europei, riuniti a Bruxelles, ha prodotto le prime linee guida per il fascicolo sanitario elettronico in Europa. Da allora il lavoro sul FSE in Italia è stato portato avanti dalle singole Regioni, che, affidando il lavoro a tecnici specializzati, hanno elaborato soluzioni all’avanguardia ma senza una conformità tecnologica e giuridica. Nel 2009 il Garante privacy ha quindi pubblicato le linee guida per il FSE per armonizzarne le regole in materia di protezione dei dati personali, seguite, nel novembre 2010, dalle linee guida nazionali del Ministero della Salute, che contengono indicazioni sul contenuto che deve avere il FSE. Ad oggi c’è un disegno di legge (approvato dalla Camera dei Deputati il 28 settembre 2011) che definisce cos’è il FSE e che prescrive che deve essere istituito dalle Regioni, senza ulteriori indicazioni a riguardo. Vengono invece precisate le finalità, che devono essere di prevenzione, diagnosi e cura, di studio e ricerca scientifica in ambito medico, nonché di programmazione sanitaria e verifica della qualità delle cure. In relazione a queste finalità, il Garante privacy individua i tipi di consenso che sono necessari da parte del cittadino. Il consenso è infatti fondamentale per il medico che deve accertarsi che, per quanto riguarda la cura della salute, il paziente acconsenta al trattamento dei suoi dati personali. Non è quindi un mero adempimento burocratico, ma una direttiva di comportamento per i medici. Le altre finalità richiedono invece ulteriori consensi. Naturalmente il problema dell’informativa rimane, soprattutto nella formula attuale, simile ad una clausola vessatoria. Una volta che il DDL sarà legge le linee guida del Ministero e le singole regioni potranno finalmente omologarsi, e il lavoro sarà semplificato.

I saluti finali del Dott. Antonio Brambilla,  responsabile del servizio assistenza distrettuale, medicina generale, pianificazione e sviluppo dei servizi sanitari della direzione generale sanità e politiche sociali, e della Prof. Avv. Giusella Finocchiaro sono stati l’occasione per evidenziare una necessità comune, emersa nel corso del convegno: quella di razionalizzare i processi. Dal momento che le norme sono in fase conclusiva, è necessario orientarsi ora verso una razionalizzazione organizzativa che possa garantire la tutela dell’identità personale da un lato e l’efficienza dall’altro.

[LINK:  prima parte del convegno, la seconda parte del convegno]

Slide-BolognaSi è svolto questa mattina a Bologna il convegno “Dematerializzazione del rapporto medico-paziente: il fascicolo sanitario elettronico e tutela della privacy”, organizzato da CUP 2000 in collaborazione con SP.I.S.A. – Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica.

L’evento ha registrato una grande partecipazione di pubblico, grazie anche al fatto che proprio a Bologna sta per partire una diffusione ufficiale del fascicolo sanitario elettronico rivolta a tutti i cittadini.

Come sottolineato del direttore del master in diritto sanitario, Prof. Luciano Vandelli, che ha dato l’avvio al convegno, in Italia comunque si nota un generale accresciuto interesse per la privacy da parte dei cittadini, che coincide con la fase di avvio dell’Agenda Digitale per l’Italia.

Tra i relatori erano presenti esponenti delle aree che ruotano intorno ai diversi aspetti della sanità elettronica: quello istituzionale, quello giuridico, quello scientifico e e quello tecnologico. L’obiettivo dell’incontro, indicato dal Dott. Fosco Foglietta, presidente di CUP 2000, era esaminare l’ambito dai diversi punti di vista per meglio comprendere i molti aspetti coinvolti nella regolazione della materia, che è ancora in fase di assestamento. In quest’ottica si vorrebbe trarre lo spunto per organizzare un osservatorio regionale sul lavoro delle ASL in ambito di dematerializzazione dei dati clinici per monitorare il lavoro svolto nelle varie regioni italiane. L’obiettivo è quello di confrontare ciò che è stato fatto, scegliendo le pratiche giudicate migliori, per produrre una sintesi che detti un coordinamento.

L’aspetto organizzativo è tuttavia solo una delle problematiche sollevate dal fascicolo sanitario elettronico. Il diritto è naturalmente chiamato in causa dalla dematerializzazione del rapporto medico paziente, e non solo per quanto riguarda la privacy. Nel suo intervento, la Prof. Avv. Giusella Finocchiaro ha ricordato che il diritto in Italia, lungi da essere un ostacolo per i processi di dematerializzazione, ha anzi spesso contribuito ad accelerarli, come dimostrano gli interventi del legislatore sulla conservazione dei dati, sul documento digitale e sulla firma elettronica avanzata. Il versante della privacy rimane comunque uno degli aspetti più delicati del processo. Dal punto di vista giuridico, infatti, gli individui sono rappresentati nel FSE attraverso le informazioni presenti su di loro. Ma l’identità di una persona è simile ad un prisma attraverso le cui sfaccettature si possono intravedere i diritti della personalità: il diritto alla privacy, il diritto di rettifica, il diritto all’immagine sociale, il diritto all’oblio ecc. Tra questi è stato recentemente evidenziato dalla sentenza n.5525 della Cassazione anche il diritto alla contestualizzazione dell’informazione. Il tempo passato dalla pubblicazione di determinate informazioni, infatti, può rendere tali informazioni parzialmente vere, perché non aggiornate. Anche il FSE deve tenere conto di questo aspetto della qualità dei dati per cui chiede il consenso al trattamento.

Il fascicolo sanitario elettronico richiede, più specificatamente, l’espressione di diversi consensi. Il Prof. Mauro Moruzzi, direttore generale di CUP 2000 SpA, ha tratteggiato nel suo intervento la complessità del sistema di rete dell’alta comunicazione nella sanità. Un sistema che coinvolge fin dalla sua nascita le singole aziende sanitarie locali con il sistema sanitario nazionale, e che ha poi collegato le ASL con i vari professionisti medici, e ora, grazie agli ultimi sviluppi della tecnologia, anche con i singoli cittadini attraverso una pagina dedicata ad ogni paziente. Proprio su questa pagina il paziente è chiamato a esprimere diversi consensi su i vari circuiti di circolazione dei suoi dati, su cui deve poter avere un controllo totale.

[LINK: seconda parte del convegno, terza parte del convegno]

Fascicolo sanitario elettronico, referti medici online e accesso sicuro ai dati sanitari: la tutela dei dati personali dei pazienti è oggi uno dei più importanti ambiti della normativa sulla privacy.

Su questi temi, più che mai attuali, interverranno i relatori del seminario “Dematerializzazione del rapporto medico-paziente: il fascicolo sanitario elettronico e tutela della privacy” che si terrà a Bologna il 13 aprile dalle 9,30 alle 13.30 presso l’aula magna Spisa, via Belmeloro 13.

Il seminario, introdotto e presieduto dalla Prof.Avv. Giusella Finocchiaro, è organizzato dal Master in Diritto Sanitario della Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica (S.P.I.S.A.) di Bologna in collaborazione con CUP 2000.

Il seminario è a numero chiuso. La priorità d’iscrizione sarà determinata sulla base della data di arrivo (al numero di fax 051/2094060) della scheda reperibile sul sito www.spisa.unibo.it.