Diritto & Internet

Richiesta di collaborazione ad una ricerca sul trattamento dei dati personali per l'Agenzia UE per i Diritti Fondamentali

Pubblichiamo di seguito la richiesta, pervenuta da colleghi ricercatori, di collaborazione relativamente ad una ricerca accademica in ambito europeo. Precisiamo che non siamo direttamente coinvolti nella ricerca: facciamo solo da tramite. Ogni chiarimento va dunque richiesto solo al recapito sotto riportato.

L’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali (FRA) ha assegnato ad una unità di ricerca composta di giuristi e sociologi del Polo Scientifico Didattico di Forlì – Università di Bologna e coordinata dai professori Marco Balboni e Paolo Zurla, il compito di fornire approfondimenti sul tema dei meccanismi di ricorso in materia di protezione dei dati personali (Data protection: redress mechanisms and their use).

Per condurre l’approfondimento, l’unità di studio è alla ricerca di partecipanti alla ricerca afferenti a due categorie:

– persone che abbiano avuto esperienze con meccanismi di ricorso/risarcimento nel campo della protezione dei dati personali (ricorrenti)

– persone che hanno pensato di intraprendere la strada verso un ricorso/risarcimento, ma che hanno poi deciso di non arrivare a un vero e proprio meccanismo di ricorso (non ricorrenti).

L’avviso si rivolge a tutta la categoria degli operatori giuridici (avvocati, professori, ricercatori…) in grado di fornire informazioni circa possibili partecipanti (ricorrenti e non ricorrenti).

Sia l’equipe di ricerca che la FRA si impegnano a garantire l’anonimato di quanti prenderanno parte alla ricerca. In nessun caso, qualsiasi nominativo comparirà nelle relazioni preparatorie e finali dell’equipe di ricerca e dell’Agenzia Europea. I dati raccolti verranno utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità di questa ricerca.

Per ulteriori informazioni e per partecipare contattare DIRETTAMENTE il Prof. Paolo Zurla, e-mail paolo.zurla at unibo.it, telefono 0543 374165.

Aggiungi commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi