Direttore Scientifico: Prof.ssa Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale: Dott. Giulia Giapponesi

Da dieci giorni è attivo il registro delle opposizioni, conosciuto anche come Robinson list, ovvero l’elenco degli abbonati che si oppongono all’utilizzo del proprio numero telefonico per vendite o promozioni commerciali.

L’operatività del registro, istituito dal DPR 178/2010, va così a completare il  passaggio al regime di opt-out per le telefonate commerciali in Italia. Infatti, se prima era necessario che un utente esprimesse esplicitamente il proprio consenso per ricevere chiamate di tele-marketing da parte degli operatori  (secondo il cosiddetto regime di opt-in), ora gli operatori potranno telefonare senza bisogno di autorizzazioni esplicite a tutti gli utenti non iscritti al registro pubblico delle opposizioni.

L’iscrizione al registro è gratuita e si può effettuare con cinque diverse modalità descritte nel sito www.registrodelleopposizioni.it. È possibile registrare le utenze telefoniche di persone fisiche, giuridiche, enti o associazioni. Dopo l’iscrizione è previsto un periodo di transizione di 15 giorni durante i quali sarà ancora possibile ricevere telefonate pubblicitarie. Successivamente il numero telefonico registrato sarà precluso a tutti operatori di marketing a tempo indeterminato. L’utente può comunque cancellarsi dall’elenco gratuitamente in qualunque momento lo desideri.

Purtroppo l’iscrizione al registro delle opposizioni può essere effettuata solo dalle utenze telefoniche pubblicate sugli elenchi pubblici (pagine gialle e pagine bianche). I numeri di telefoni cellulari, così come i numeri di telefoni fissi non presenti sugli elenchi per questioni di privacy, paradossalmente, non potranno godere del blocco totale delle offerte commerciali telefoniche in entrata.

Per questi utenti resta tuttavia la possibilità di negare ai singoli operatori di telemarketing ogni ulteriore uso del proprio numero di telefono attraverso l’opposizione al trattamento dei propri dati personali, ai sensi dell‘art. 7 del Codice della privacy.



5 Comments to “È attivo il registro delle opposizioni alle telefonate commerciali (aggiornamento)”

  1. Max scrive:

    Ma per il mobile marketing (sms, mms, applicativi brandizzati,ecc…) vale il registro delle opposizioni? come gli utenti possono tutelarsi?

  2. admin scrive:

    Gentile Max,
    come riportato sul sito http://www.registrodelleopposizioni.it Il Registro Pubblico delle Opposizioni copre solo le utenze telefoniche presenti negli elenchi telefonici pubblici.
    Per ulteriori informazioni su come tutelarsi può essere utile consultare il sito del registro o il sito del Garante Privacy in merito alla revoca del consenso del trattamento dei dati personali concesso a terzi.

  3. Anonimo scrive:

    Non se lo fuma nessuno. Continuo a ricevere alle ore più svariate telefonate da VODAFONE – FAST WEB – WIND ETC….
    Addirittira telefonate ove si innesta una segreteria telefonica.

  4. Anonimo scrive:

    <mi è stato detto di iscrivermi al registro delle opposizioni ma risulto già iscritta. Allora perché mi contattano continuamente per offerte "ENERGIA ELETTRICA"?

  5. admin scrive:

    Il Garante Privacy è di recente intervenuto sulla questione, evidenziando che il risultato negativo rispetto alle attese non è legato alla gestione del Registro. La debolezza del sistema di tutela dei cittadini contro le telefonate indesiderate dipende essenzialmente dall’attuale normativa che deve essere modificata.
    Le segnaliamo l’intervista ad Antonello Soro, Presidente del Garante privacy: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/5463502

Lascia un commento - Informativa in materia di protezione dei dati personali