Diritto & Internet

UE: adottata la direttiva per l'accessibilità a web e app del settore pubblico

Il 18 luglio 2016 il Consiglio Europeo ha adottato la direttiva relativa all’accessibilità dei siti web e delle app degli enti pubblici, concordata con il Parlamento europeo in maggio. La direttiva rende i prodotti e i servizi digitali accessibili a tutti, semplificando l’utilizzo dei servizi da parte delle persone svantaggiate.

La direttiva svolge un ruolo fondamentale nel garantire la piena partecipazione alla società e all’economia digitale anche in previsione dell’innalzamento dell’età media nel continente europeo, che secondo una stima riportata dall’Ufficio Stampa del Consiglio arriverà a 120 milioni di persone con disabilità o con limitazioni connesse all’invecchiamento entro il 2020.

Grazie alla direttiva i siti web e le applicazioni mobili delle amministrazioni, degli ospedali pubblici, dei tribunali e degli altri enti pubblici dovranno soddisfare criteri minimi comuni in materia di accessibilità. Gli Stati membri saranno liberi di stabilire requisiti ancora più rigorosi, nonché di applicare tali requisiti e/o quelli supplementari ai siti web e alle app di altri tipi di enti.

Dopo l’approvazione del Parlamento  in seconda lettura la direttiva entrerà in vigore venti giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’UE, che dovrebbe avere luogo in autunno.

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina dedicata alla direttiva sul sito del Consiglio Europeo.

Aggiungi commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi