Diritto & Internet

La guerra degli smartphone

Immagine di Design Language - http://news.designlanguage.com/
Immagine di Design Language - http://news.designlanguage.com/

Si è diffusa recentemente in rete quest’immagine che illustra graficamente il campo di battaglia delle cause legali in corso, o appena concluse, nel settore della telefonia mobile. L’idea è del quotidiano britannico The Guardian. Come è facile comprendere, ogni fraccia rappresenta una causa per violazione di brevetti.

Alcuni commentatori hanno sottolineato come la quantità di cause intentate contro la Apple sia da considerarsi un segno dei tempi. La diffusione dell’I-Phone, e degli smartphone in genere,  ha infatti rivoluzionato il mercato della telefonia mobile, esasperandone la competitività. Non è quindi casuale che diverse frecce in uscita provengano da aziende che sono state leader nel settore dei cellulari nel decennio scorso, Nokia e Motorola. In particolare quest’ultima ha appena avviato un discusso procedimento legale contro l’azienda di Steve Jobs accusandola di avere infranto ben 18 brevetti di proprietà della Motorola, dal design dell’antenna alla tecnologia 3G.

Dal grafico emerge anche l’attualità del fenomeno della convergenza tecnologica. Non sono infatti compagnie specializzate nel solo campo della telefonia ad essere coinvolte nella guerra dei brevetti. Le frecce scoccate dalla Kodak contro la Samsung riflettono la complessità di un mercato nel quale, grazie la continua implementazione degli smartphone, aziende di diverse aree tecnologiche convergono nella creazione dello stesso prodotto. Come è noto, e come si evince dal grafico,  molte delle compagnie specializzate in hardware e software sono ora coinvolte nel mercato dei sistemi operativi dei cellulari di ultima generazione dove la guerra dei brevetti è più accesa che mai. In questo campo, la più recente notizia riguarda la causa intentata da Microsoft contro Motorola, accusata di aver violato diversi brevetti della multinazionale di Redmond nel suo sistema operativo Android.

Aggiungi commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi