Diritto & Internet

Apple e Samsung "pareggiano" in Corea del Sud

Il tribunale di Seoul ha condannato sia Apple che Samsung per aver violazione di brevetti, e ha vietato la vendita di alcuni modelli di iPad, iPhone e Galaxy in Corea del Sud.

Sul fronte asiatico, la guerra infinita tra Apple e Samsung sembra avere trovato una tregua grazie alla salomonica sentenza del giudice Bae Jun-hyun che ha attribuito a ciascuna delle due società la violazione di un brevetto dell’altra.

La società di Cupertino avrebbe utilizzato illecitamente la tecnologia di mobile-data transfer della Samsung, mentre la società coreana avrebbe violato il brevetto della Apple relativo al “bounce- back”, la funzione del touchscreen che permette all’utente di vedere “rimbalzare” la schermata quando scorre fino alla fine di un documento.

I prodotti della Apple che dovranno essere tolti dal commercio in Corea del Sud sono gli smartphone iPhone 3GS, iPhone 4, e i tablet iPad 1 and iPad 2, mentre la Samsung dovrà fermare la vendita di 12 prodotti tra cui il Galaxy S, Galaxy S II and Galaxy Tab. Per quanto riguarda il risarcimento danni, la società americana dovrà pagare alla sudcoreana 40 milioni di won (28mila euro), mentre la società di Daegu dovrà versare all’azienda fondata da Steve Jobs l’equivalente di  17 mila euro.

La sentenza di Seoul precede di pochi giorni il verdetto sullo stesso caso che dovrà essere emesso negli Stati Uniti da un giudice californiano.

1 commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi