Diritto & Internet

OMAT Roma – 14 novembre 2013: la gestione dell'identità digitale

OMAT_highRGBLa seconda giornata del convegno Omat a Roma sarà dedicata al tema dell’Identità digitale con approfondimenti su Firme e Timbri, Strumenti di autenticazione per ridurre i costi e snellire i processi documentali.

Oltre alle testimonianze degli operatori del mercato, che illustreranno i vantaggi applicativi che offrono le nuove soluzioni tecnologiche di identificazione, la sessione darà spazio ad un analisi del contesto normativo di riferimento.

È noto infatti che il legislatore italiano, tramite il Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), ha definito le modalità di identificazione informatica di un soggetto attraverso opportune tecnologie atte a garantire la sicurezza dell’accesso.

Ai sensi dell’articolo 64 del CAD, le amministrazioni possono consentire l’accesso ai servizi on-line che richiedono l’identificazione informatica, oltre che mediante la carta di identità elettronica (CIE) e la carta nazionale dei servizi (CNS), anche utilizzando strumenti diversi di identificazione certa del soggetto richiedente. Pertanto, nulla osta a che le amministrazioni pubbliche rendano disponibili sistemi di identificazione informatica alternativi, purché consentano l’accesso ai servizi anche con carta di identità elettronica e carta nazionale dei servizi.

L’Italia è il primo paese ad avere attribuito fin dal 1997 piena validità giuridica ai documenti elettronici e conta la maggiore diffusione di firme in Europa. Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche, cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni: è necessario rivolgersi ai certificatori accreditati autorizzati da DigitPA che garantiscono l’identità dei soggetti che utilizzano la firma digitale. DigitPA svolge attività di vigilanza sui certificatori. (Fonte www.digitpa.gov.it)

Nella prima sessione plenaria queste tematiche saranno approfondite dall’Avv. Annarita Ricci dello Studio Legale Finocchiaro, che interverrà sul tema della definizione dell’identità digitale e dei sui rischi e le sue opportunità.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito dedicato all’evento.

Aggiungi commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi