Diritto & Internet

Google consentirà l’uso delle proprie mail per le pubblicità mirate

Tergeting adsGoogle, ha annunciato il lancio di Customer match, il nuovo servizio che permetterà agli inserzionisti di inviare le liste degli indirizzi email dei propri clienti a Google per individuare i loro account e utilizzarli per pubblicità su misura.

Grazie alla nuova funzione, disponibile a breve sulla piattaforma AdWords, ogni azienda potrà sapere se nel database degli account di Google ci sono corrispondenze con i profili di propri clienti. Una volta individuati, il servizio offrirà la possibilità inviare suggerimenti pubblicitari che terranno conto delle abitudini, dei prodotti acquistati e delle attività che tali utenti avranno svolto sui servizi della società di Mountain View.

Come annunciato dalle pagine del blog ufficiale della compagnia “Google è in un grado di collegare i consumatori con il vostro business nel modo più rilevante. Che si tratti di cercare su Google, controllare le promozioni su Gmail, o guardare video su YouTube, noi possiamo fornire le informazioni più rilevanti relative a quello che stanno facendo, a dove sono, a cosa stanno cercando, e al tipo di dispositivo che usano”.

Altra funzione disponibile per gli inserzionisti sarà il tool Similar Audiences, che tramite un confronto delle attività svolte su Google, raggiungerà automaticamente altri utenti con abitudini simili a quelle dei propri clienti.

Tuttavia, l’inserzionista non verrà a conoscenza di informazioni che vadano oltre l’indirizzo email dell’utente: Google assicura l’anonimato degli indirizzi rilevati, mentre garantisce agli utenti il controllo degli annunci visualizzati mediante un’azione di blocco, disponibile in Preferenze Annunci Google.

Le novità introdotte da Google, in realtà già operative su altre piattaforme come Facebook, sono state accolte con preoccupazione da alcuni commentatori del web, che le hanno accolte come l‘ennesima minaccia alla privacy degli utenti.

Aggiungi commento

Direttore Scientifico
Prof. Avv. Giusella Finocchiaro
Curatrice Editoriale
Dott. Giulia Giapponesi